Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti: accedendo a qualunque elemento/area del sito al di fuori di questo banner, acconsenti a ricevere i cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui.

Ok
Un progetto per valorizzare gli eventi ed il territorio
Calendario eventi
« Novembre 2017 »
L M M G V S D
  1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30  
Promuovi il tuo evento con Emilialive
Mappa degli eventi
Mappa degli eventi
Territorio & Eccellenze
Emilia: our Best Sellers
Entra anche tu nella COMMUNITY di EMILIALIVE EMILIALIVE is on FACEBOOK EMILIALIVE is on TWITTER
I portali web del gruppo

Come uccidere il padre - Parma

Come uccidere il padre - Parma

18/11 | Parma | Incontri |  
 
Biblioteca Palatina - ORE 17.00
 
"Come uccidere il padre"
 
Eva Cantarella, storica dell'antichità e del diritto antico tra la più importanti in Italia, torna nella città che l'ha vista insegnare all'Università per presentare il suo ultimo libro sulla famiglia nell'antica Roma.

Sul libro: Quante volte leggiamo sui giornali che i disagi e i crimini tra le mura di casa derivano dalla crisi della famiglia, una crisi tutta moderna? Come se la famiglia fosse sempre stata un luogo di riparo, di protezione da una società ostile. Ma è davvero così? Dopo lo studio sul mondo greco di «Non sei più mio padre», Eva Cantarella ritorna sul tema centrale della famiglia e indaga le regole e la quotidianità della vita familiare nel mondo romano, per verificare attraverso le fonti l'ipotesi secondo la quale la famiglia infelice nascerebbe solo con la modernità.

Con gli strumenti di studiosa del diritto e della storia antica ricostruisce costumi e abitudini delle famiglie romane, risalendo fino alle origini della civiltà che ha creato i fondamenti della nostra cultura giuridica. Dimostra così che, a partire dai Sette re di Roma, a metà dell'VIII secolo a.C., fino al VI secolo d.C. e alla stesura del Corpus iuris civilis di Giustiniano, il potere di vita e di morte dei padri sui figli è assoluto e l'uccisione del padre appartiene con impressionante frequenza alla realtà sociale di ogni famiglia romana.

Cantarella si interroga sulla natura ansiogena e conflittuale dei rapporti tra padri e figli nell'antica Roma e, con una ricerca che guarda al passato per parlare del presente, mostra che le famiglie infelici non appartengono solo al nostro tempo. Da Cicerone a Ovidio, da Seneca a Giustiniano, racconta le norme che regolavano l'abbandono dei figli, la facoltà di venderli come schiavi o addirittura di ucciderli, evocando episodi di sconcertante violenza. Quella che svela è una storia tanto sconosciuta quanto decisiva per le nostre radici culturali, che ci spinge a riflettere sul carattere atavico e profondamente umano dello scontro tra le generazioni.
 
Per maggiori info clicca qui
 
 
 
Ti aspettiamo a Parma, vieni a scoprire le eccellenze del territorio!
 


tecnograf BIGCo opetition SMALLProject Group SMALLEmilia Imprese SMALLKeyMedia Group SMALLCorpo Guardie Giurate BIGStudio Alfa BIGciti BIG